Adoro Paasilinna perchè ha un umorismo completamente diverso da quello di chiunque altro. Forse perchè finlandese, ma è più duro e "alcolico", rispetto agli altri. Un umorismo molto virile, se esistesse una cosa del genere. Freddo sicuramente, data la provenienza.
Questo romanzo racconta la vita di Antti Kokkoluoto, uomo dal sangue caldo e dai nervi d'acciaio, con un piccolo aiutino dalla stregoneria... E' anche il racconto di una famiglia, di come cambia all'interno della società finlandese, in un periodo, tra il 1918 e il 1990, piena di cambiamenti inesorabili. Il tutto viene affrontato, con sangue caldo e nervi d'acciaio.
Sarebbe potuta essere un'epopea grandiosa, se non fosse per il carattere di Arto Paasilinna. E così diventa una storia di un uomo che agisce, senza grandi fanfare, perchè è così che fa un uomo finlandese.
Schietto e deciso. Come lo stile di questo romanzo.

Arto Paasilinna
Sangue caldo, nervi d'acciaio
Iperborea
Euro 15

******************************************************************************
I love Paasilinna because his humour is so different by anyone's else. Maybe because he's Finnish, but it's more strong and "alcoholic", compared to the others. A very manly humour, is there is such a thing. Cold, for sure, given the origin.
This novel tells about the life of Antti Kokkoluoto, man of cold nerves and hot blood, with a little help by witchcraft... And it's also the story of a family, how it changes within the Finnish society, in an era, between 1918 and 1990, full of inexorable changes. Everything faced with cold nerves and hot blood.
It could have been a great epic, if it wasn't for Arto Paasilinna. And so it becomes a story of a man who acts, without great fuss, because it is how a Finnish man is.
Simple and sharp. Like the style of this novel.

Arto Paasilinna
Cold Nerves, Hot Blood

 Quando uno scrittore è bravo, sa cimentarsi anche in generi diversi e rimane sempre bravo. Immaginate quando lo scrittore è quel qualcuno che di più vicino alla perfezione esista.
Il miglior scrittore vivente in questo momento. Ian McEwan.
In questo For You, l'autore di Aldershott si cimenta con il libretto d'opera. Charles Frieth è un direttore d'orchestra tanto famoso quanto egocentrico, con una moglie malata e depressa e una facilità nello scovare giovani musiciste con cui tradirla. Intorno a loro l'efficiente Robin, che segretamente lo odia e insieme lo venera, e Maria, la colf di casa, donna nell'ombra.
Ian McEwan riesce a costruire, in poche pagine, un thriller dal finale sconvolgente, con tocchi precisi e affilati.
Non esisterà mai un suo libro che non sia un colpo allo stomaco, e un capolavoro di fine scrittura e sottile crudeltà.
Non si può non amarlo. E io lo amo... da morire.

Ian McEwan
For You
Einaudi
Euro 11

********************************************************************************
When a writer is good, he or she can also come across different genres and being always good. Imagine when the writer is the one that is closest to perfection.
The best living writer of these days. Ian McEwan.
In this For You, Aldershott's author test himself with the libretto. Charles Frieth is a famous and egocentric conductor, with a sick and depressed wife, and a strong ease to find young musicians with whom to betray her. Around them the efficient Robin, who secretly hates and condemns him, and Mary, the housekeeper, woman in the shade.
Ian McEwan manages to build, on a few pages, a thrilling thriller with precise and sharp touches.
There will never be a book by him that is not a stomach hit, and a masterpiece of impeccable writing and subtle cruelty.
You can not dislike it. And I love him... to death.

Ian McEwan
For You

Ian McEwan - For You

Posted on

mercoledì 4 ottobre 2017

Non so bene cosa sia successo ma, rispetto alla mia media, Settembre è stato un mese in cui ho letto poco. Certo, sei libri sono comunque tanti, ma per me che in genere ne leggo dieci al mese o anche di più, è strano. Tra i sei però, solo due non mi hanno conquistato a pieno, gli altri sono delle letture assolutamente consigliate, soprattutto quello della Cather!
Di riflesso, ho comprato tanti libri, infrangendo di nuovo il mio buon proposito di non comprarne. Vediamo se a ottobre ci riesco! Ma non era possibile non avere il libro di Hillary, e non avrei aspettato la traduzione italiana, non ci sarei riuscita neanche avessi voluto.
Buon ottobre di letture, con la rubrica Tutti i Libri del Mese ci rivediamo il Primo Ottobre!


LIBRI LETTI A SETTEMBRE

Alessandro Piperno - Il manifesto del libero lettore (recensione qui)
Jonas Hassan Khemiri - Tutto quello che non ricordo (recensione qui)
Willa Cather - Il mio nemico mortale (recensione qui)
Lucìa Extebarrìa - Io non soffro per amore (recensione qui)
Jacky Fleming - Breve storia delle donne (recensione qui)
Ian McEwan - For You

LIBRI COMPRATI A SETTEMBRE

David Herbert Lawrence - Il serpente piumato
Charles Bukowski - Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle
Gabriel Garcia Marquez - Nessuno scrive al colonnello
Duby e Perrot - Storia delle donne. Il Medioevo
Elizabeth Gaskell - Storie di bimbe, di donne, di streghe
Doris Lessing - Il senso della memoria
William Shakespeare - Come vi piace
Rita Levi-Montalcini - L'asso nella manica a brandelli

LIBRI PRESI IN BIBLIOTECA A SETTEMBRE

Annalena McAfee - L'esclusiva
Jacky Fleming - Breve storia delle donne

EBOOK COMPRATI A SETTEMBRE

Hillary Rodham Clinton - What Happened

EBOOK PRESI IN PRESTITO DA MLOL A SETTEMBRE

Piero Angela - Il mio lungo viaggio. 90 anni di storie vissute

Tutti i libri del mese: Settembre 2017

Posted on

domenica 1 ottobre 2017

Non avevo mai letto niente di questa autrice, e quando mi è capitato sotto mano questo volume in biblioteca ho pensato che potesse essere un buon inizio.
Non è un romanzo, come ho pensato io. Ma è una sorta di manuale di autoaiuto, con tanti consigli per non soffrire più per amore e rafforzare la nostra autostima. Basta al voler apparire a tutti i costi giovani e alla moda, basta inseguire il successo fine a se stesso, basta farsi maltrattare o addirittura picchiare da coloro che dicono di amarci. Ogni tema è supportato da chiare analisi psicologiche e dai racconti di vita dell'autrice.
Scrittura molto piacevole e stile molto diretto e discorsivo, quasi una chiacchierata con un'amica esperta. I capitoli possono essere anche letti indipendentemente l'uno dall'altro e senza seguire l'ordine in cui sono messi, saltando a piacere da uno all'altro.
Niente di male. Se non fosse che in realtà il libro è molto lungo e a un certo punto pesante da continuare. E poi, detto francamente, non è che ci sia nessun consiglio mai sentito o che ti apra le porte della saggezza. Insomma, tutte cose abbastanza sentite e risentite.
Ecco perchè mi tengo lontana da questi manuali che promettono una vita più felice. Anche se fatto con piglio psicologico e tanto buon senso, come in questo caso. Ma dicono tutti sempre le stesse cose. Se esistesse davvero un manuale che funzioni, non saremmo ancora tutti con i nostri problemi e le nostre difficoltà nelle relazioni gli uni con gli altri. E, visto che questo libro è del 2005, evidentemente non è quello definitivo.

Lucìa Extebarrìa
Io non soffro per amore
Guanda
Euro 15

*****************************************************************************
I had never read anything about this author, and when I came across this volume in the library, I thought it might be a good start.
It's not a novel, as I thought. But it's a kind of self-help manual, with so many tips not to suffer more for love and to strengthen our self-esteem. Stop wanting to appear at all costs young and fashionable, stop pursuing the end in itself success, stop be maltreated or even beat by those who say they love us. Each theme is supported by clear psychological analyzes and author's life stories.
Very nice writing and very direct and discursive style, almost a chat with an experienced friend. The chapters can also be read independently of each other and without following the order in which they are placed, jumping from one another to another.
Nothing wrong. The only flaw is that the book is very long and at some point heavy to continue. And then, frankly, it is not that there is any advice ever heard or that opens the doors of wisdom. In short, all things heard and re-heard.
That's why I keep myself away from these books that promise a happier life. Even if it is done with a psychological and common sense, as in this case. But they always say the same things. If there really was a manual that worked, we would not be all still with our problems and our difficulties in dealing with each other. And, since this book is from 2005, it is obviously not the definitive one.

Lucìa Extebarrìa
I No Longer Suffer For Love

Quante donne abbiamo studiato a scuola? Invece quanti maschi geniali abbiamo incontrato?
Jacky Fleming ripercorre la storia delle donne, da quando sono apparse per la prima volta, molto dopo gli uomini, in quanto non se ne trova traccia nei libri di scuola. Del resto, Charles Darwin, che era un genio e aveva i capelli di genio, disse che le donne avevano un cervello piccolo e quindi non potevano pensare tanto come gli uomini.
Un libro divertentissimo, brillante, ferocemente sarcastico, con delle illustrazioni meravigliose.
E tra una risata e l'altra, rendersi conto che in fin dei conti le grandi menti geniali del passato non erano altro che degli emeriti cretini. Pur avendo delle barbe molto filosofiche e delle capigliature molto geniali.
Consigliatissimo. Un piccolo gioiello.

Jacky Fleming
Breve storia delle donne
Corbaccio
Euro 12

********************************************************************************
How many women did we study at school? But how many genius guys did we meet in the same books?
Jacky Fleming retraces the story of women since they appeared for the first time, much after men, as they aren't found in school books. Moreover, Charles Darwin, who was a genius and had hair of genius, said that women had a small brain and therefore could not think as much as men.
A funny, brilliant, fiercely sarcastic book with wonderful illustrations.
And between one laughter and the other, realize that in the end the great genius minds of the past were nothing more than emeritus stupids. Though having very philosophical beards and very genial hairs.
Highly recommended. A little jewel.

Jacky Fleming
Short History of Women

Cosa succede quando il momento della nascita di un grande amore passa e si fa il conto con il tempo? Quando i lunghi anni insieme hanno portato al momento di fare i conti?
Myra Driscoll è fuggita da una vita in cui aveva tutto quello che desiderava, vestiti, feste, cavalli, lusso, l'amore incondizionato dello zio. In effetti però, una condizione c'era. Se Myra avesse sposato Oswald Henshawe, avrebbe perso tutto e nel testamento dello zio il suo nome non sarebbe comparso. Ma lei, donna unica al mondo, esce da quella casa a testa alta e si sposa.

«Ma sono stati felici, alla fine?», le chiedevo talvolta.«Felici? Oh, sì! Come la maggior parte della gente».Che delusione, quella risposta. Il senso della loro storia era che avrebbero dovuto essere molto più felici degli altri.

Il senso di questo libro è qui. E' possibile vivere per sempre davvero felici e contenti? Lasciare tutto per amore è una scelta che paga? La risposta della storia d'amore tra Myra e Oswald è in questo libriccino di 100 pagine, scritte da un'autrice che lo stesso Francis Scott Fitzgerald definì una delle più brave della sua generazione. Un libro scritto con grande eleganza, una storia affascinante, dei personaggi meravigliosi.
Letto in una domenica di pioggia. Non avrei potuto desiderare una migliore compagnia.

Willa Cather
Il mio nemico mortale
Fazi Editore
Euro 9

*****************************************************************************
What happens when the moment of the birth of a great love passes and counts with time? When did the long years together lead to deal with?
Myra Driscoll has fled from a life where she had everything she wanted, clothes, parties, horses, luxury, unconditional love of her uncle. In fact, however, there was a condition. If Myra would marry Oswald Henshawe, she would have lost everything and in her uncle's will her name will not appear. But she, the only woman in the world, comes out high-headed of that house and gets married.

"But were you happy at the end?" I sometimes asked. "Happy? Oh yes! Like most people." What a disappointment, that answer. The sense of their story was that they should have been much happier than others.

The sense of this book is here. Is it possible to live together forever and happily? Leaving everything for love is a pay back choice? The answer of the love story between Myra and Oswald is in this book of 100 pages, written by an author whom Francis Scott Fitzgerald himself described as one of the most brave of her generation. A book written with great elegance, a fascinating story, wonderful characters.
Read on a rainy Sunday. I could not have wanted a better company.

Willa Cather
My Mortal Enemy

Già dall'inizio del libro sappiamo la fine. Samuel, impiegato all'Agenzia dell'Immigrazione a Stoccolma, si è schiantato contro un albero con la sua macchina ed è morto. Quello che non sappiamo è il perchè. E uno scrittore, che Samuel l'ha conosciuto brevemente in un suo viaggio a Berlino grazie al fatto di dividere la casa con una sua amica, decide di raccontarne la storia. Ogni capitolo del libro è un racconto a due voci che si alternano, con i ricordi di tutte le persone più vicine a Samuel: l'amico Valdad, l'ex fidanzata Laide, l'amica artista Pantera, la nonnina in preda alla demenza senile.
Un coro di voci per restituirci l'immagine di Samuel, i loro ricordi che si sommano a creare l'intera vita di un uomo, la cui voce diretta è l'unica che non sentiamo.
Un bel libro, un'alternanza delle voci che rende perfettamente la personalità di ognuno. Ogni personaggio che disegna se stesso e gli altri attraverso i propri ricordi, tutti tranne il protagonista che viene disegnato dagli altri.
Scorrevole e ben scritto.
Ho dato solo tre stelle perchè... è un bel libro, ma ho come l'impressione che me ne dimenticherò presto. Bello, scritto bene, ma niente di memorabile. Sarà tutto quello che non ricordo.

Jonas Hassen Khemiri
Tutto quello che non ricordo
Iperborea
Euro 17,50

*****************************************************************************
Already from the beginning of the book we know the end. Samuel, employed at the Immigration Agency in Stockholm, crashed against a tree with his car and died. What we do not know is why. And a writer, whom Samuel briefly met in a trip to Berlin because of sharing the house with a friend, decides to tell the story. Each chapter in the book is a two-voice story alternating with the memories of all the people closest to Samuel: the friend Valdad, the former girlfriend Laide, the artist friend Panther, the grandmother in the state of senile dementia.
A chorus of voices to bring us back Samuel's image, their memories that add up to create the whole life of a man whose direct voice is the only one we do not hear.
A good book, an alternation of voices that perfectly makes everyone's personality. Every character who draws himself and others through their memories, all but the protagonist who is drawn by others.
Sliding and well written.
I've only given three stars because... it's a nice book, but I have the impression that I'll forget it soon. Nice, well written, but nothing memorable. It will be all I cannot remember.

Jonas Hassen Khemiri
Every thing I don't remember