Sono una donna di 37 anni che non ha mai avuto alcun desiderio reale di diventare madre. Solo l'idea mi fa venire una stretta allo stomaco poco piacevole.
Come tutte quelle che hanno preso la mia stessa decisione, sarei ricca se avessi un euro per tutte le volte che qualcuno mi ha detto "Guarda che poi te ne penti". Il mio pensiero seguente però è: "Cosa succede se però il mio sentimento è giusto e poi invece mi pento di averlo fatto, perchè mi rendo conto che davvero non ho alcun desiderio di esserlo?"
Questo studio sociologico tratta proprio di questo dopo. Di donne che hanno avuto un figlio e dopo si sono rese conto che in realtà non è quello che volevano. Che loro a essere madri non sono tagliate.
Le loro dichiarazioni, le loro paure, la loro disperazione, io le capisco in fondo. Perchè sono le stesse cose che dico e potrei dire io. La naturalità dell'essere madri, il fatto che non ci sarà pentimento, non è verità al 100%. Non puoi giocare con la tua vita. E con la vita di un futuro bambino.
Ancora di più dopo aver letto questo libro sento di aver preso la decisione giusta.
Un libro che consiglio però non solo alle donne come me. Ma anche a tutti quelli che una volta nella vita hanno messo su un piedistallo la maternità. Non è sicura. Non è facile. E non è per tutte.

Orna Donath
Pentirsi di essere madri
Bollati Boringhieri
Ebook
MLOL

****************************************************************************
I am a 37 year old woman who has never had any real desire to become a mother. Just the idea makes me close to the unpleasant stomach.
Like all those who have taken the same decision, I would be rich if I had a euro for every time someone told me "Look, then you regret it." My next thought, however, is: "What if, however, my feeling is right and then rather regret having done so, because I realize that I really have no desire to be?"
This sociological study deals with this later. Of women who had a child and after they realized that really is not what they wanted. That them to be mothers are not cut.
Their statements, their fears, their desperation, I understand them fully. Why they are the same things I say and I could say. The naturalness of being mothers, the fact that there will be no repentance, isn't truth at 100%. You cannot play with your life. And with the life of an unborn child.
Even more so after reading this book I feel I have made the right decision.
A book, however, recommended not only to women like me. But also all those who once in their lives put motherhood on a pedestal. It's not sure. It's not easy. It's not for every one.

Orna Donath
Regretting motherhood

******************************************************************************
Je suis une femme de 37 ans qui n'a jamais eu de réel désir de devenir mère. Juste l'idée me fait près de l'estomac désagréable.
Comme tous ceux qui ont pris la même décision, je serais riche si j'avais un euro pour chaque fois que quelqu'un m'a dit: «Écoutez, vous le regrettez.» Ma pensée suivante, cependant, est: «Et si, cependant, mon sentiment est juste et regrette un peu d'avoir fait, parce que je me rends compte que je n'ai vraiment pas envie d'être?»
Cette étude sociologique traite plus tard. Parmi les femmes qui ont eu un enfant et après avoir réalisé c'est vraiment pas ce qu'ils voulaient. Ce qu'ils soient mères ne sont pas coupés.
Leurs déclarations, leurs craintes, leur désespoir, je les comprends bien. Pourquoi sont-ils les mêmes choses que je dis et je pourrais dire. La naturalité des mères étant, le fait qu'il n'y aura pas de repentance, est pas vérité à 100%. Vous ne pouvez pas jouer avec votre vie. Et avec la vie d'un enfant à naître.
D'autant plus après avoir lu ce livre, je sens que j'ai pris la bonne décision.
Un livre, cependant, recommande non seulement aux femmes comme moi. Mais aussi tous ceux qui, une fois dans leur vie ils ont mis la maternité sur un piédestal. Ce n'est pas sûr. Il est pas facile. Il n'est pas pour tous.

Orna Donath
En regrettant la maternité

Orna Donath - Pentirsi di essere madri

Posted on

lunedì 10 aprile 2017

Leave a Reply